Nocino di San Giovanni (Parte Prima)

Condividilo sul tuo social network:

Oppure puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
24 Noci Verdi
1 Litro di Alcool 96°
6 Chiodi di Garofano
15 cm. di Stecca di Cannella
3 Scorzette di Limone
500 g. di Zucchero Semolato (per lo sciroppo)
400 ml. di Acqua Minerale Naturale (per lo sciroppo)

Memorizza questa ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Nocino di San Giovanni (Parte Prima)

Ricetta:
  • Alcolico
Cucina:

Nocino di San Giovanni (parte prima)

  • 30 min
  • Persone 8
  • Facile

Ingredienti

Descrizione

Condividi
Condividi...

Il Nocino di San Giovanni, come tutte le ricette di origine popolare, non ha delle dosi ben precise e molto spesso anche il procedimento varia da famiglia a famiglia.

Tradizionalmente l’unica cose che le accomuna è la data della raccolta delle noci: il 24 giugno, quando si festeggia la ricorrenza della nascita di San Giovanni Battista.

Anche il 24 giugno è una data stabilita da credenze popolari che però può variare a seconda se le noci sono più o meno pronte per essere raccolte.

Di preparazione molto semplice necessita però di vari mesi prima dell’assaggio vero e proprio a differenza di altri liquori fatti in casa.

Tempistiche:

Tra l’infusione, la fase di filtraggio e la messa a riposo dovranno passare 6 mesi prima dell’assaggio.

Condividi...

Passaggi

1
Fatto

Prima parte: la raccolta e l'infusione

Per prima cosa bisogna lavare bene le noci e asciugarle.

2
Fatto

Tagliate le noci in 4 parti facendo attenzione a non fare fuoriuscire il mallo.
Si consiglia l'uso dei guanti in quanto le noci acerbe macchiano le mani.

3
Fatto

Mettetele in un capiente vaso di vetro, aggiungeteci a questo punto, la cannella, i chiodi di garofano, le scorzette di limone ed infine l’alcool puro.
Alcune ricette prevedono anche i chicchi di caffè ma, come detto nella descrizione, le ricette sono tantissime.

4
Fatto

Sigillate il barattolo e mettetelo in un luogo soleggiato per almeno 45 giorni agitandolo di tanto in tanto in modo da non fare depositare le noci sul fondo e far sì che rilascino il massimo delle loro proprietà nell’alcool.
Comunque sia è meglio non superare le 8 ore al giorno di sole pieno perché ci potrebbe una perdita della parte alcolica.

5
Fatto

Tra 45 giorni la seconda fase.

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa questo form per scriverne una
saltimbocca alla romana
precedente
Saltimbocca alla Romana
torta di carote
successivo
Torta di Carote
saltimbocca alla romana
previous
Saltimbocca alla Romana
torta di carote
successivo
Torta di Carote

Aggiungi un Commento