Sarde in Saor

Condividilo sul tuo social network:

Oppure puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Numero Porzioni:
500 g. di Sarde
600 g. di Cipolla
q.b. di Farina (per friggere)
q.b. di Olio di Arachidi (per friggere)
q.b. di Olio EVO
40 g. di Pinoli
40 g. di Uva Passa
200 ml. di Aceto di Vino Bianco
1 Cucchiaio Zucchero di Canna
q.b. di Pepe Rosa
q.b. di Sale

Memorizza questa ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Sarde in Saor

Cucina:

Sarde in Saor

  • 60 min
  • Persone 4
  • Facile

Ingredienti

Descrizione

Condividi
Condividi...

Le Sarde in Saor sono un tipico piatto della cucina lagunare veneta.

Il Saor era un metodo di conservazione, infatti i marinai avevano necessità di avere alimenti poco deperibili per poterli consumare anche dopo giorni di navigazione.

Quello che un tempo era un piatto povero, col passare dei secoli ha cambiato ruolo ed ora è un classico antipasto veneziano.

Si può affermare senza possibilità di smentita che il pesce azzurro sia uno degli alimenti che più contraddistingue la nostra penisola ed in ogni regione viene preparato diversamente, ma a volte ci sono delle contaminazioni, ad esempio è curioso vedere quanti ingredienti in comune ci sono tra le sarde in saor e le sarde a beccafico siciliane.

Come aprire le Sarde a libro:

Condividi...

Passaggi

1
Fatto

Pulite le sarde eviscerandole, eliminando testa, coda e pinna dorsale poi apritele a libro.

2
Fatto

Lavate le sarde sotto l'acqua corrente e lasciatele sgocciolare.

3
Fatto

Prendete l'uva passa e ammollatela per almeno 30 minuti.

4
Fatto

Prendete le cipolle, pulitele, tagliatele a metà e lasciatele in acqua fredda anch'esse per 30 minuti.

5
Fatto

Asciugate le sarde tamponandole con la carta assorbente, preparate un piatto con la farina e infarinatele da entrambi i lati.

6
Fatto

Preparate una pentola con l'olio, meglio se di arachidi perché ha un punto di fumo più alto rispetto agli altri oli di semi. La temperatura ottimale per friggere varia dai 165 ai 185 gradi; A questa temperatura il prodotto da friggere non si inzupperà di olio e non prenderà cattivi odori.

7
Fatto

Friggete le sarde poche alla volta per non abbassare la temperatura dell'olio che deve rimanere più costante possibile.

8
Fatto

Adagiate le sarde fritte sulla carta assorbente e lasciatele raffreddare completamente.

9
Fatto

In una padella versate un po' di olio EVO e cuocete la cipolla tagliata fine ma non tritata a fiamma bassa. La cipolla non deve soffriggere ma stufare e ridursi lentamente.

10
Fatto

Quando la cipolla ha perso consistenza sfumate con l'aceto di vino bianco.

11
Fatto

Aggiungete anche un cucchiaio di zucchero di canna e il sale poi, rimescolando spesso, lasciate che tutti i liquidi si asciughino.

12
Fatto

Dopo circa 30 minuti la cipolla ha ormai perso tutti i liquidi ed è ora di lasciarla raffreddare.

13
Fatto

In una pirofila posizionate un primo strato di sarde.

14
Fatto

Coprite le sarde con la cipolla, il pepe rosa, i pinoli e l'uva passa che avrete precedentemente strizzato bene. Ripetete l'operazione per gli strati successivi fino a che non avrete finito gli ingredienti.
Le sarde in Saor sono un piatto che va consumato dal giorno dopo in poi quindi lasciatelo riposare a temperatura ambiente prima di servirle.

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa questo form per scriverne una
risotto ai 4 formaggi
precedente
Risotto ai 4 Formaggi
panini morbidi ai semi vari
successivo
Panini Morbidi ai Semi Vari
risotto ai 4 formaggi
previous
Risotto ai 4 Formaggi
panini morbidi ai semi vari
successivo
Panini Morbidi ai Semi Vari

Aggiungi un Commento